home page
Stampa questa pagina Stampa questa pagina
www.ecomuseocrumiere.eu

il museo


Entrando negli ambienti dell'Ecomuseo Crumière ci troviamo davanti a macchinari, enormi e intatti, alcuni funzionanti e talvolta ancora utilizzati, per antichi ma necessari rituali di lavorazioni tradizionali, dalla fabbrica che vive e produce quotidianamente, vicina all'antico feltrificio. Qui sta la forza del luogo: uno spazio preservato al tempo e, tuttavia, ancora necessario. Sul doppio binario dell'archeologia industriale e del proseguimento delle sue istanze nel pensiero contemporaneo sono impostati i criteri di presentazione dell'Ecomuseo Feltrificio Crumière e delle modalità di coinvolgimento del pubblico che, nel luogo, transita.

Il programma per la ripresa delle attività espositive e di promozione culturale considera la sede storica quale organismo in evoluzione, aperto alla contemporaneità e organizzato in attività di laboratorio e di ricerca. Con questo intento, la visione della collezione è accompagnata da opportune offerte educative e formative, in grado di trasformare il pubblico fruitore in attore dell'esperienza museale. Data la ricchezza delle informazioni contenute nella storia del sito, la programmazione delle attività espositive è pluriennale, permettendo non solo di rinnovare l'offerta di una visione dell'Ecomuseo sempre variata, ma soprattutto di indagare annualmente uno dei tanti campi di conoscenza che il luogo ci suggerisce.

Procedendo con ordine, decidendo di far partecipe il pubblico della bellezza nascosta nei magazzini e nei cassoni degli scarti di lavorazione dell'industria ancora attiva, è stato scelto come primo filone a cui attingere quello della Materia Prima. Attraverso la trasformazione dell'energia, la forza lavoro e l'utilizzo dei macchinari, la materia diventa prodotto, guardando alla tradizione storica e alle attuali modalità di lavorazione. Infatti, quello che per la Nuova Crumière è materiale di scarto, per il museo diventa preziosa materia d'allestimento e d'utilizzo in sede di Laboratorio. La ricchezza dei diversi tipi di materiale è fonte d'estremo interesse per il loro impiego in campo creativo: lana greggia e lana cardata; filati di lana, di cotone e di canapa, lucignoli di mescole sintetiche; tessuti di lana, pezze di canapa e di cotone e tessuti sintetici di vario spessore; semilavorati di scarto e molto altro.

Oltre agli spazi espositivi, il museo comprende anche due aule per attività didattiche e una sala conferenze per spettacoli teatrali, convegni e concerti.

Il Progetto di attività dell'Ecomuseo è molto articolato e dalla durata pluriennale. Al percorso museale permanente, costituito dai macchinari della filiera produttiva del feltro, vengono, di volta in volta, affiancati allestimenti tematici, esposizioni temporanee ed eventi culturali.




Galleria di immagini antiche
Galleria di immagini dell'allestimento